cmc-marine-benetti
//

CMC Marine stabilizza il comfort di Benetti Oasis

CMC Marine porta a bordo del Benetti Oasis 40M le sue pinne stabilizzatrici. 

CMC Marine incontra My Rebeca. Come dire, la tecnologia si fa glamour. Il marchio leader nel settore dei sistemi di stabilizzazione ad alimentazione elettrica per yacht e superyacht sale a bordo dell’Oasis 40M, la neonata creatura di Benetti Yachts e capostipite di una nuova serie che svela l’anima più lifestyle del cantiere livornese, grazie al suo stile dinamico e avventuroso ma al tempo stesso chic ed elegante. Una vera e propria oasi galleggiante ispirata all’idea di benessere e di totale indipendenza dal resto del mondo.

My Rebeca Oasis 40M si avvale del meglio dell’innovazione tecnologica attualmente presente sul mercato mondiale. Un valore aggiunto in termini di funzionalità, sicurezza e comfort che porta la firma di CMC Marine.

cmc-marine-benetti-oasis-by-night

Oasis 40M è una barca rivoluzionaria ed essere parte di un progetto così innovativo è un vanto per CMC Marine che da sempre collabora con i migliori cantieri del panorama nautico internazionale – spiega Alessandro Cappiello, CEO dell’azienda italiana – In questo caso lavorare con Benetti è stato coinvolgente poiché la barca non solo è equipaggiata con le pinne Stabilis Electra LR90 e i nostri bow thruster, ma anche il pannello di controllo che permette di comandare pinne stabilizzatrici, timoni e bow thruster è targato CMC Marine“.

Ma se volete davvero vedere le pinne stabilizzatrici in azione, ecco il video del Benetti Oasis 40M durante i test in mare:

Ancora una volta, quindi, CMC Marine offre all’armatore la possibilità di integrare più sistemi di stabilizzazione: l’utilizzo incrociato di pinne, bow thruster e intruder gestiti da un’unica piattaforma di controllo rappresenta il marchio di fabbrica di CMC Marine, che da 15 anni tiene la rotta fissa verso il futuro.

In 40 metri di lunghezza Rebeca vanta una spettacolare beach area multifunzionale: 90 metri quadrati vis-à-vis con il mare e a pochi centimetri dall’acqua. Il layout esterno è opera dello studio inglese RWD, mentre gli interni sono stati disegnati dallo studio newyorkese Bonetti/Kozerski Architecture che, all’esordio nel settore nautico, introduce nuove suggestioni derivate dall’architettura civile.

Realizzato in vetroresina e spinto da due motori MAN V12, l’Oasis 40M si sviluppa su quattro ponti con cinque cabine per dieci ospiti e quattro cabine per sette membri dell’equipaggio, inclusa la comoda cabina dedicata al comandante. Raggiunge la velocità massima di 18 nodi e a 11 nodi, ad andatura lenta, consuma poco più di 100 litri all’ora, vantando un’autonomia superiore a quella necessaria per compiere una traversata atlantica.

Con l’Oasis 40M, Benetti rompe gli schemi del mondo dei superyacht, mantenendo però intatta la tradizione del Made in Italy ed esaltando la tecnologia e la comodità di navigazione. Questo grazie alla collaborazione con CMC Marine, un marchio sinonimo di avanguardia e affidabilità.

This article is also available in: English Español Русский