OCEA Commuter 108 New
//

OCEA Commuter 108: avanzano regolarmente i lavori del nuovo superyacht

2 mins read

Procedono regolarmente i lavori del nuovo OCEA Commuter 108, dalle forme snelle, eleganti e senza tempo, come gli altri esemplari della stessa linea del cantiere Ocea Yachts. Anche questa volta sarà realizzato completamente su misura per soddisfare le richieste del suo armatore, dai materiali al layout, dal design degli interni alle attrezzature.

OCEA Commuter 108 navigazioneOCEA Commuter 108 sarà lungo 32,70 metri e, anche grazie ai suoi cinque compartimenti stagni e alla costruzione in alluminio, potrà navigare in tutto il mondo. Inoltre sarà il primo superyacht OCEA i cui motori soddisfano i requisiti IMO Tier III per la riduzione delle emsissioni inquinanti e potrà, di conseguenza, inoltrarsi anche nelle aree di controllo delle emissioni designate dall’Organizzazione Marittima Internazionale, come le coste del Nord America, il Mare del Nord e il Mar Baltico.

Un ulteriore attenzione nello sviluppo è stata posta all’insonorizzazione, per permettere agli otto ospiti, oltre che ovviamente al suo armatore, di viaggiare nel comfort. I filtri di scarico, infatti, riducono il suono dei motori di 35 dB e le batterie di ultima genrazione sono capaci di mantenere attivi di notte i principali sistemi di bordo senza ricorrere all’uso del generatore.

OCEA Commuter 108 scafoGli interni, a cura del designer Pierre Frutschi, sono pratici e caratteristici del mare. L’OCEA Commuter 108 prevede una piattaforma a poppa con l’accesso diretto a un grande lazzaretto e una gru da 1,5 tonnellate, approvata dalla MCA, servirà al varaggio a all’alaggio dei tender anche nelle condizioni più ostiche.

I lavori sono iniziati tempestivamente appena ricevuti dal subappaltatore tutti i componenti strutturali, progettati dal team di OCEA, presso l’officina a Fontenay-le-Comte e attualmente, dopo aver già posizionato i telai e i divisori longitudinali, il cantiere sta preparando il fasciame. Per l’allestimento, il commuter 108, sarà trasportato all’officina di Les Sables-d’Olonnee e la conegna è prevista per la primavera del 2023.

This article is also available in: English Español Русский