RJ 130
//

Cantiere delle Marche annuncia il varo di RJ 130

RJ 130 è un explorer yacht di 40 metri in acciaio e alluminio, con design esterno e interno di Francesco Paszkowski e architettura navale curata da Hydro Tec. E’ il primo modello della gamma RJ 130 (precedentemente nota come MG) di cui altri due yacht, RJ115-28 e RJ115-29, sono già stati venduti e sono attualmente in costruzione presso la sede del CdM di Ancona.
RJ 130 è l’ultimo arrivato in una piccola flotta di yacht appartenente allo stesso armatore nord europeo.
“La gamma di yacht RJ è sicuramente una novità assoluta per CdM. Con tre allestimenti venduti 5 interior design commissionati a Francesco Paszkowski, la collaborazione con il pluripremiato designer ha già dimostrato di essere la scelta giusta” dice Vasco Buonpensiere, co-fondatore e Direttore Vendite e Marketing di CdM.
“È stato un grande piacere lavorare con un armatore ansioso di condividere con noi la sua esperienza”, dice Vasco.
“Scegliere CdM è un’attestazione di grande fiducia nell’affidabilità e nella qualità costruttiva del nostro cantiere. Devo dire che siamo molto orgogliosi del fatto che un numero crescente di armatori estremamente esperti scelgano CdM. I nostri clienti hanno progetti di viaggio impegnativi ed entusiasmanti, programmano battute di esplorazione subacquea in luoghi fantastici, usano i water toys più sofisticati e divertenti. Siamo felici di poter contribuire alla realizzazione delle loro idee e dei loro progetti.”, continua Buonpensiere.
RJ 130 è un lussuoso explorer yacht con interni super confortevoli e con amplissimi spazi esterni. Le sue caratteristiche costruttive e le dotazioni tecniche lo rendono adatto a lunghissime navigazioni.
La silhouette elegante e austera rivela la mano del suo progettista, Francesco Paszkowski, che ha saputo dare al progetto linee di gran carattere e ha introdotto idee e soluzioni che ne esaltano la funzionalità e l’abitabilità. Con questo yacht Paszkowski è riuscito a unire linee innovative e stile senza tempo.

RJ 130 ospita 12 guests in 5 suite e 7 membri dell’equipaggio in 4 cabine.

RJ 130

RJ 130 è dotato di due motori MTU per carichi pesanti 10V2000M72, che sviluppano 900kW ciascuno a 2250rpm, consentendo una velocità massima
di 14,5 nodi e mezzo. Alla velocità 9 nodi, RJ 130 ha una notevole autonomia di circa 5500nm con circa 10% di riserva.

Il tender non sarà stivato in un apposito garage, ma sul ponte superiore a poppa e può essere calato e trainato con una gru perfettamente nascosta nella struttura dello yacht.
Quando il tender è in acqua, il vasto spazio del ponte si trasforma  in una magnifica terrazza attrezzata con divani, sdraio e tavoli. La scelta nasce dal fatto che numerosi studi hanno evidenziato che i tender stanno in acqua per il 93% del tempo quando l’armatore è a bordo e lo spazio del garage di poppa può essere utilizzato per accogliere una piccola flotta di water toys, attrezzature per le immersioni e qualsivoglia attrezzatura a disposizione degli ospiti.

Francesco Paszkowski: designer di RJ 130

Un ottimo rapporto è stato stabilito dal primissimo giorno con la squadra del CdM. Sembrava di lavorare insieme da sempre. Cantiere delle Marche ha sempre fatto il massimo per combinare desideri, necessità di progettazione e aspetti tecnici.
L’obiettivo era ottenere con grandi spazi sociali sia all’interno che all’esterno, offrendo uno stretto contatto con il mare per godere di una lunga permanenza a bordo. Ci siamo concentrati sulla combinazione di caratteristiche peculiari in termini di comfort e vivibilità per progettare lo yacht che il suo proprietario si aspettava.
Per quanto riguarda l’esterno lo yacht mette in evidenza uno studio accurato di geometria architettonica, un profilo pulito, ampie finestre sul ponte principale che tentano di abbattere i confini tra esterno e interno, panoramica ed ineguagliabile vista sull’esterno, ma anche molta luce naturale all’interno.
Abbiamo lavorato su diverse caratteristiche fondamentali del design: la forma della sovrastruttura, sbalzi e finestre sul ponte principale. La priorità è stata data agli spazi esterni con particolare attenzione all’idea di contatto con il mare che abbiamo ottenuto sul ponte principale creando diverse aree all’aperto.
Uno dei punti più alti degli spazi esterni è il sun deck, un’ampia terrazza con soggiorno, sala da pranzo, aree per prendere il sole e una piscina per permettere agli ospiti di godere della loro crociera. La sezione centrale della sovrastruttura è arrotondata, inclinata in avanti e risulta quasi invisibile dal sun deck. Il ponte superiore fornisce altre due grandi aree sociali per prendere il sole e cenare a poppa.

RJ 130

I progettisti d’interni: Francesco Paszkowski e Margherita Casprini

L’armatore aveva idee precise su come il suo yacht dovesse essere. Avevamo già lavorato con lui ed eravamo sicuri di poter soddisfare i suoi desideri per la nuova barca. Siamo quindi stati in grado di partire da una posizione privilegiata nel processo di progettazione degli interni. Cantiere delle Marche era fortemente impegnato a raggiungere questi obiettivi e la sinergia che abbiamo stabilito è stata di grande supporto nella creazione del nuovo yacht per trasformare i desideri del proprietario in realtà. Possiamo davvero dire che è stato creato un perfetto lavoro di squadra tra il proprietario, il cantiere navale e il nostro studio.
Il design degli interni è caratterizzato dall’equilibrio e dall’armonia di colori e materiali in tutto lo yacht.
Il desiderio dell’armatore di avere un interno accogliente ed elegante è stato ottenuto ponendo l’accento sulla luce predominante delle tonalità neutre, alternate a tonalità scure, progettando alcuni pezzi d’arredamento unici, abbinati agli stessi materiali e mantenendo la stessa atmosfera ovunque.
È stato scelto il rovere sbiancato e spazzolato lucido per le pareti che insieme al palissandro e alla pelle e si combinano con le doghe di quercia spazzolata scelte per il pavimento, mentre per i soffitti sono stati utilizzati pannelli laccati.
Per i mobili è stato scelto il palissandro lucidato all’esterno, mentre l’arredamento interno è in palissandro con finitura opaca.
La Pietra di Gerusalemme è il marmo scelto per tutte i bagni che si completano con palissandro e quercia in modo tale da creare un contrasto di colore tra tonalità scure e chiare.
Un’attenzione particolare è stata dedicata alle diverse finiture dei materiali: è stato scelto il vetro extra chiaro per le porte nell’atrio e gli scaffali nel soggiorno sul ponte principale, vetro fumé per le ante degli armadi e la parte superiore dei comodini. La pelle valorizza l’elegante sobrietà di bordo decorando la testiera del letto e le ante dell’armadio della suite padronale. La carta da parati decora le pareti dietro le testate dei letti nelle cabine Vip e degli ospiti. Produttori made in Italy come Minotti, Poltrona Frau e Flexform sono stati selezionati per divani, poltrone, sedie e tavolini da caffè, mentre tutti i letti su misura, comodini, tavoli e mobili, sono stati progettati dal nostro studio. Tutti gli accessori per il bagno sono a cura dell’italiana Zucchetti e Paffoni. I punti luce sono di Altraluce e progettati dal nostro studio.
Il layout offre alloggio agli ospiti del ponte inferiore con due suite Vip, mentre l’appartamento del proprietario si trova sul ponte principale e ha una cabina armadio e un ufficio privato. In cima, il ponte principale ospita la sala da pranzo, un’ampia cucina e una dispensa oltre ad un ulteriore salone ed un accogliente spazio con un tavolo da gioco.

This article is also available in: English