Senses 07 Custom Yachts
//

Custom Yacht svela Senses 07, un capolavoro firmato Ceccarelli

Custom Yacht svela Senses 07. Dalla matita di Giovanni Ceccarelli un’imbarcazione innovativa e bellissima. 

giovanni-ceccarelli-photo-credit-andrea-muscatelloPuò uno yacht a motore assumere le sembianze di una splendida barca a vela? Sì, se a produrlo è Custom Yacht e a tracciarne le linee è la matita di Giovanni Ceccarelli.

Custom Yacht, la “sartoria navale” che produce yacht e superyacht su misura, presenta la sua premiere del 2021 e lo fa in grande stile incaricando il famoso designer ravennate di forgiare un’imbarcazione che costituisse un punto di rottura da ogni altra.

Ceccarelli ha accettato la sfida e, forte della sua grande esperienza nella progettazione di barche a vela, ha disegnato un modello in grado di conciliare due mondi opposti, motor e sailing. Un assioma che, a bordo di questo innovativo 70 piedi, sembra esser particolarmente riuscito. Il concept prende il nome di Senses 07 ed è chiaramente rivolto agli armatori che vogliono vivere il mare in maniera totale, pacata, senza “ansia da prestazione”.

Questa barca rappresenta una nautica più lenta, più riflessiva – spiega in esclusiva a The International Yachting Media Giovanni Ceccarelli di Ceccarelli Yacht Design – La carena del Senses 07 è stata studiata affinché sia in grado di andare in dislocamento fino a 15 nodi, mantenendo consumi molto bassi, e di entrare agilmente in planata intorno ai 20 con una punta massima di 24. Si tratta quindi di una barca semi-dislocante di piccola serie pensata non per chi ama la velocità pura ma, al contrario, per chi ama navigare in modo tranquillo, a velocità più contenute, e vivere a contatto con il mare“.

Custom Yacht Senses 07 presenta un’architettura organica derivante da un concept razionalista in cui ogni elemento ha la propria ragion d’essere.

senses-07-ceccarelli-top-viewTra questi lo scafo che, oltre alla funzione navigante, detiene anche una funzione estetica, di fondamentale importanza nel complesso del design. Non a caso, Ceccarelli ha firmato l’intera architettura navale dove “lo scafo stesso è architettura e ha un aspetto così strategico da fare esso stesso design“, afferma Ceccarelli.

Lo scafo, la cui struttura ricorda più quella di una barca a vela che quella di una barca a motore, è la dimostrazione di come il designer romagnolo abbia sapientemente apportato i suoi stilemi velistici su questo progetto navale unico nel suo genere. Ma è tutto il layout a riprendere i concetti della vela, a partire dalla netta divisione tra ambiente giorno e ambiente notte. “A differenza dei grandi motoscafi, che sono fatti essenzialmente per essere sfruttati all’interno e in cui la coperta viene utilizzata in modo minore, il Senses 07 è pensato invece per chi vuole vivere il mare dall’esterno e usufruisce del sottocoperta solo per trascorrere la notte“.

senses-07-ceccarelli-main-deckIl main deck è un’immensa area living a cielo aperto che ispira libertà e relax. A prua abbiamo un super prendisole, un divano e un tavolo contrapposti. La postazione di comando è protetta da un grande hard-top, sotto il quale si trovano anche la dinette e un mobile bar.

Tutto rigorosamente open, ma l’armatore ha la possibilità di richiedere la chiusura totale o parziale dell’hard-top con l’installazione di una porta basculante e di una serie di vetri fissi o scorrevoli.

Scendendo le due scalinate che conducono alla mega plancia di poppa – una vastissima beach area che esalta ulteriormente la filosofia del contatto diretto con il mare – entriamo nel lower deck, chiuso da una grande vetrata a scomparsa. Qui si apre un salone dalle dimensioni davvero generose, con due divani a U e due tavoli posti di fronte all’altro; a centro barca troviamo la cucina e una scala che porta al ponte principale.

interni-master-cabinLa zona notte vera e propria comprende due cabine per gli ospiti, una per l’equipaggio e, ovviamente, la master cabin, tutte dotate di servizi indipendenti. L’intero lower deck è a filo d’acqua e, grazie alle ampie finestrature che corrono lungo le murate, regala un contatto con il mare che, semplicemente, non ha paragoni.

La sala macchine ospita al suo interno due motori IPS 800 Volvo Penta, ed è  posizionata sotto il piano di calpestio del salone: questa soluzione consente di liberare molto spazio e di aver un metacentro molto basso, a tutto vantaggio della stabilità dell’imbarcazione.

pianetto-lato-di-drittapianetto-lower-deck

Tanto volume dentro e praticità d’uso, grande abitabilità e altrettanta libertà di movimento da poppa a prua sono le caratteristiche del Senses 07, a bordo del quale nessuno spazio è lasciato al caso.

Da tempo osservavo il lavoro che Mauro Corvisieri (founder di Custom Yacht, ndr) aveva svolto e mi piaceva il suo dinamismo e la sua voglia di indagare strade nuove e ad entrambi piace vivere il mare nel suo rispetto – racconta Ceccarelli, uno degli “stilisti” di Custom Yacht – Parlando, è venuto fuori che entrambi, seppur su strade diverse, avevamo in idea di portare l’influsso della grande vela nel motore, la purezza e la semplicità delle linee di carena e delle sovrastrutture degli yacht a vela in un mondo, il motore, troppo spesso carico di volumi e di barocchismi. Così è nato il Senses 07“. E in cantiere potrebbe già esserci la sorella maggiore…

Mauro-Corvisieri

Mauro Corvisieri in cantiere, alle prese con la costruzione di uno dei suoi yachts

 

Custom Yacht Senses 07: scheda tecnica

Lunghezza fuori tutto21,10 m
Lunghezza della linea di galleggiamento20,35 m
Larghezza massima6,05 m
Dislocamento a vuoto31,5 t
Dislocamento a pieno carico39 t
Pescaggio massimo1,10 m
Cabine4
Portata massima passeggeri16
Motorizzazione2 x Volvo Penta D8 – IPS 800
Velocità di crociera15 n
Velocità massima di crociera20 n
Velocità massima24 n

senses-07-ceccarelli-schizzo

This article is also available in: English Español Русский