JFA Yachts
//

JFA Yachts annuncia il suo Explorer da 50 metri

JFA Yachts si accinge alla costruzione di un Explorer da 50 metri, lo annuncia lo stesso cantiere con sede in Bretagna. Qualche schizzo di matita, niente di più, delinea l’allure di questa imbarcazione atta a solcare i mari più perigliosi con un baglio di 9,1 metri. Tutte soddisfatte le richieste specifiche dell’armatore, grazie al lavoro attento di Humphreys Yacht Design che ha curato l’architettura navale. Mentre gli interni vedono la firma di m2atelier, studio di design con base a Milano, la cui creatività donerà all’Explorer le specifiche giuste per una vivibilità familiare a bordo anche durante le crociere più lunghe. 

JFA YachtsTraversate oceaniche a cui l’ultima creazione di JFA Yachts si presta perfettamente munito come è di un’autonomia carburante assoluta. Anno di varo previsto nel 2024, e l’imbarcazione sarà caratterizzata dall’uso estensivo dell’alluminio nello scafo e dal composito nella sovrastruttura. I lavori cominceranno già da questo autunno.  

Tom Humphreys, architetto navale, ha detto che «il design ha beneficiato di un approccio altamente integrato con lo scopo di accontentare tutte le richieste specifiche, tecniche e funzionali, del cliente. Il risultato del design è stato incrementato attraverso lo sforzo volto a una rigorosa architettura navale in cui il lavoro intensivo di CFD è stato in fine validato da uno dei più completi programmi di test». Fra le caratteristiche del progetto spunta la propulsione ibrida che accontenta gli obiettivi di sostenibilità dell’imbarcazione insieme all’impiego dell’alluminio riciclabile. Il superyacht si dota inoltre di un leggero dislocamento e pinne stabilizzatrici con «grande ‘gyro’». C’è spazio a iosa per tender di grandi dimensioni e water-toys. 

JFA Yachts, le menti sull’Explorer

A supervisionare il progetto di costruzione del superyacht c’è A2B Marine Projects che si interfaccerà con Christian Poorte, il project manager incaricato dal cliente. «Lavorare a stretto contatto con il cliente e comprendere i suoi desideri, trovare il team e il cantiere giusto è un’importante avventura. Costruire un’imbarcazione non è semplicemente chiedere di “costruire”, richiede invece una base solida volta a una collaborazione pluriennale su tutti i livelli con il Cantiere. Le richieste specifiche ed esigenze di un cliente da accontentare differiscono per ciascun progetto. Per me è diventato lampante che JFA Yachts potesse offrire un approccio dedicato e quella versatilità richiesta ai fini di costruire quest’imbarcazione unica. Il mix del DNA di JFA Yachts su alluminio, composito e materiali leggeri, insieme con la produzione in-house e la passione del team per il mare, hanno reso JFA la scelta giusta», ha detto Christian Poorte.

JFA YachtsJFA Yachts vanta una storia nautica iniziata nel 1993 a Concarneau sulla Costa atlantica bretone. Il primo yacht varato dal cantiere fu un 75’ a dislocamento leggero e si chiamava Kermor, termine che in lingua bretone significa “casa del mare”. Frédéric Jaouen, Ceo di JFA Yachts, vede in questo progetto dell’Explorer oltre che un’opportunità di «crescita» anche «una grande fiducia e il riconoscimento di tutti questi anni di servizio ai nostri clienti». 

This article is also available in: English Español Русский