Akira 57
/

Akira 57 di Heesen Yachts è Full Aluminium

Akira 57 consta di solidità e leggerezza ed è “Full Aluminium” FDHF, con un’estensione di 57 metri presta il fianco in modalità ultra sportiva al suo omologo da 55 metri, lievemente più corto e costruito però in acciaio. Shipbuilder per questa imbarcazione veloce è la rinomata Heesen Yachts con base nei Paesi Bassi, che cercava una risposta esaustiva per quei clienti desiderosi di «rapidità, efficienza e volumi».

Akira 57 nasce nelle low lands olandesi ma lo fa con un cipiglio esotico, perché è statoAkira 57 concepito in realtà per i fondali bassi delle Bahamas. Il pescaggio della chiglia è di fatto ridotto a soli 2,3 metri, ciò nonostante la superficie complessiva di Akira 57 che si espande per circa 400 metri quadri di lussuosi interni progettati da Harrison Eidsgaard. Chi avrà la fortuna di osservare sfrecciare Akira 57 nel contesto caraibico per cui è stato concepito lo vedrà raggiungere la velocità di 22 nodi, spinto da due motori «relativamente piccoli» che rispondono al nome di MTU 16V 4000 M65L.

Slancio felino per Akira 57

Heesen Yachts per il design degli esterni si affida allo studio di architettura Omega e la matita degli schizzi è impugnata saldamente da Frank Laupman che restituisce «un profilo allungato, contemporaneo, dotato di una potenza aggressiva che richiama il balzo di un felino». Gli interni si sposano alla perfezione grazie a un’estetica avvincente che, va da sé, non passerà inosservata in nessun porto del mondo. Nell’imprinting di questa lussuosa imbarcazione c’è una coscienza artigianale diffusa, ben espressa fra l’altro nell’arredamento estremamente ricercato di Akira 57.

Akira 57La firma è quella di Harrison Eidsgaard che crea un décor ricco di finiture speciali: forme riflettenti, sicomoro lucido, vetro laminato, finiture in acciaio inossidabile, accenti di peltro scuro e materiali metallizzati. Tanta bellezza richiama tutt’assieme i quadri di Jan Vermeer. E spiccano i colori tenui della sabbia a prua dove c’è spazio per il tender da 7,5 metri e la rescue boat lunga 6,5 metri, in un boccaporto è nascosta invece la moto d’acqua da 3,5 metri. Essendo la prua ingombrata dalla dotazione di bordo, che peraltro si può varare tramite la gru per yacht, il beach club è stato invece spostato a poppa. I serbatoi di Akira 57 riescono ad approvvigionare carburante per 80mila litri in totale e acqua fresca per circa 24mila litri al giorno.

La larghezza di Akira 57 è di circa dieci metri, abbastanza da acconsentire ledutch stern proporzioni perfette in dote all’appartamento dell’armatore: 63 metri quadri sul ponte superiore, dislocato esattamente sopra le quattro cabine per gli ospiti. La cabina VIP è invece sul bridge deck. A unire tutte le suite si dispone un ascensore interamente trasparente vetrato. Un capolavoro. Cosa ne pensano in Heesen Yachts? «Gli intenditori di yacht capiscono quanto sia straordinario costruire uno yacht a motore in alluminio ad alta velocità. Richiede un’architettura navale rigorosa, ingegneria di precisione, saldature meticolose e rigoroso controllo del peso». Come dargli torto.

This article is also available in: English Español Русский